Certificazione Energetica Roma-APE

Che cosa e' la certificazione Energetica

IL NOSTRO STUDIO ELABORA ATTESTATI ENERGETICI PER EDIFICI RESIDENZIALI E COMMERCIALI UTILIZZANDO SOFTWARE AGGIORNATI ALLE VIGENTI NORMATIVE EUROPEE UNI 11300

L' Attestato di Prestazione Energetica e' il documento ufficiale valido 10 anni, che viene redatto da un soggetto accreditato ( certificatore energetico) e dai diversi organismi riconosciuti a livello locale e regionale, in conformità delle Linee Guida emanate col decreto ministeriale del 26 giugno 2009.

La certificazione energetica serve ad attestare la prestazione energetica di un edificio, questa intesa come la quantità di energia stimata o effettivamente consumata per soddisfare i diversi bisogni (riscaldamento ambiente, riscaldamento dell'acqua, raffreddamento, ventilazione, illuminazione…), sempre connessi ad un uso standard dell'edificio stesso.

Per redigere l'Attestato di Certificazione Energetica di un edificio o di una unità immobiliare è necessario effettuare dei calcoli per quantificare i consumi energetici dell'edificio in condizioni di utilizzo e climatiche standard a seconda della zona climatica. La Diagnosi energetica consente di individuare le inefficienze e le criticità e di intervenire con le soluzioni a minor costo e maggior efficacia per la riduzione dei consumi energetici, individuando e quantificando le opportunità di risparmio energetico anche sotto il profilo dei costi/benefici.

L'esistenza di tali presupposti e tali requisiti viene autocertificata all'atto della presentazione.

Lo scopo è quello di fornire un giudizio oggettivo sull'impatto energetico dell'edificio che consenta la sua confrontabilità con i limiti di legge e con le prestazioni di altri edifici e che fornisca al tempo stesso informazioni sulle potenzialità di miglioramento. Indirettamente, ma in maniera assolutamente non secondaria, l'attestato di certificazione energetica dovrebbe peraltro rappresentare un incentivo all'adozione di tecnologie e accorgimenti costruttivi rivolti al risparmio energetico, stimolando il costruttore e il venditore a qualificare il proprio prodotto e sensibilizzando l'acquirente o il locatario ad apprezzarne il risultato.  L'attestato di prestazione energetica assume in tal senso una valenza promozionale rispetto alle migliori pratiche di risparmio energetico.

L'obiettivo finale  dell' attestato è dunque di contribuire alla riduzione dei consumi del settore edilizio (vedi video sotto) che, da solo, è responsabile di circa il 40% dei consumi di energia dell'Unione europea e dove, la stessa Comunità europea, stima possibile un risparmio del 22%.

Richiedici il tuo Preventivo gratuito certificazione energetica a Roma e provincia.

Il metodo di calcolo della certificazione energetica degli edifici comprende nominalmente tutti i seguenti aspetti:

1. Caratteristiche termiche dell'edificio, compresa la sua tenuta all’aria;
2. Impianto di riscaldamento e di produzione di acqua calda, comprese le relative caratteristiche di coibentazione;
3. impianto di condizionamento d'aria e ventilazione;
4. impianto d’illuminazione;
5. posizione ed orientamento degli edifici;
6. clima esterno;
7. sistemi solari passivi e protezione solare;
8. ventilazione naturale;
9. qualità del clima interno.

Il calcolo tiene conto anche:

1. dei vantaggi prodotti da sistemi solari attivi e passivi;
2. della presenza di impianti di generazione di calore ed elettricità a partire da fonti energetiche rinnovabili;
3. dei sistemi di cogenerazione dell'elettricità;
4. sistemi di riscaldamento e condizionamento a distanza (complesso di edifici/condomini); illuminazione naturale.


Attraverso una scala di valori ben definita, in un determinato sistema di valutazione, viene definita la classe energetica di un edificio, come avviene per gli elettrodomestici.

Quando è obbligatoria la certificazione energetica?

La certificazione energetica è obbligatoria per tutte le categorie degli edifici, secondo la seguente scadenza temporale e nei seguenti casi (indicazione nazionale, alcune regioni possono aver modificato le scadenze, anche anticipandole).

dal 1° settembre 2007:

edifici di nuova costruzione, interventi di demolizione e ricostruzione in ristrutturazione, ristrutturazioni edilizie superiori al 25 %, recupero dei sottotetti a fini abitativi e ampliamenti volumetrici superiori al 20%;

per tutti gli edifici, nel caso di trasferimento a titolo oneroso dell'intero che avvenga mediante la cessione di tutte le unità immobiliari che lo compongono effettuata con un unico contratto;

a decorrere dal 1° settembre 2007 ed entro il 1° luglio 2010, nel caso di edifici di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico, la cui superficie utile superi i 1000 m2;

per accedere agli incentivi ed alle agevolazioni di qualsiasi natura, sia come sgravi fiscali o contributi a carico di fondi pubblici o della generalità degli utenti, finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche dell'edificio o degli impianti.

dal 1° gennaio 2008:

contratti Servizio Energia e Servizio Energia, nuovi o rinnovati, relativi ad edifici pubblici o privati;

dal 1° luglio 2009:

compravendita delle singole unità immobiliari.

dal 1° luglio 2010:

contratti di locazione, di locazione finanziaria e di affitto di azienda comprensivo di immobili, siano essi nuovi o rinnovati, riferiti a una o più unità immobiliari.

Gli obiettivi della certificazione energetica degli edifici:

Migliorare la trasparenza del mercato immobiliare fornendo agli acquirenti ed ai locatari di immobili un'informazione oggettiva e trasparente delle caratteristiche e delle spese energetiche dell’immobile.

Informare e rendere coscienti i proprietari degli immobili del più probabile costo energetico relativo alla conduzione del proprio “sistema edilizio” e incoraggiare interventi migliorativi dell’efficienza energetica della propria abitazione mediante consigli che abbiano un corretto rapporto costi/benefici.

La certificazione consente agli interessati di ottenere dal fornitore/venditore di un immobile informazioni affidabili sui probabili costi di conduzione il cui calcolo si basa su condizioni climatiche e di utilizzo standard.

L’acquirente deve poter valutare se gli conviene acquistare un immobile dal costo maggiore ma migliore dal punto di vista della gestione e manutenzione.

Anche i produttori ed i progettisti possono confrontarsi in tema di qualità edilizia offerta.

la nuova normativa in merito di certificazione energetica a Roma e nel lazio:

certificazione energetica i tempi

Se il permesso di costruire per la realizzazione di un immobile è stato chiesto prima del1° ottobre 2015, data in cui sono entrate in vigore le nuove regole sulla certificazione energetica degli edifici, ma i lavori termineranno nel giro di qualche anno, l’APE dovrà essere redatto alla fine secondo le nuove regole.

Ciò significa che ci si dovrà attenere a parametri più stringenti rispetto a quelli previsti dal costruttore quando ha presentato il progetto per la richiesta del permesso di costruire. Se un’impresa, mettendo in campo determinate tecniche costruttive, pensava di ottenere immobili in classe A, potrebbe dover rivedere al ribasso le sue aspettative.

Il Mise ha però aggiunto che nel campo “informazioni aggiuntive” può essere riportata la vecchia classe energetica e la vecchia prestazione energetica.

Ape ex certificazione energetica e servizi energetici

Il Mise ha spiegato che nel calcolo della prestazione energetica è necessario indicare i servizi energetici valutati o simulati. Se, ad esempio, un edificio residenziale non è riscaldato e non ha l’impianto di produzione di acqua calda sanitaria, sarà necessario simularli e indicarli.

Se l’edificio non è dotato di impianto di climatizzazione invernale, ma solo di quello per la climatizzazione estiva, bisognerà simulare l’impianto di climatizzazione invernale perché la normativa vigente prevede che “il calcolo della prestazione energetica si basa sui servizi effettivamente presenti nell’edificio in oggetto, fatti salvi gli impianti di climatizzazione invernale e, nel solo settore residenziale, di produzione di acqua calda sanitaria che si considerano sempre presenti”.

Il Mise ha inoltre chiarito che le raccomandazioni sono un elemento obbligatorio, pena l’invalidità del certificato. In mancanza degli impianti, riguarderanno l’involucro. L’obbligo di inserire le raccomandazioni parte dal presupposto che anche un edificio ad altissima prestazione energetica o ad energia quasi zero possa migliorare la sua prestazione energetica.

Sostituire certificazione energetica redatta senza sopralluogo con errori di calcolo?

Premesso che la classe energetica è data dall'indice di prestazione energetica che  corrisponde all'energia totale consumata dall'edificio climatizzato per metro quadro di superficie ogni anno. La comprensione di questo valore non è semplice in quanto è dato da una completa procedura di calcolo.

Vedi anche: sanzioni al tecnico regione per regione.

Nel caso di attestati elaborati in assenza di sopralluogo e depositati o trasmessi alla Regione, per evitare problemi bisognerebbe incaricare un professionista che esegua tutte le analisi in fase di soprallugo riscontrando ad esempio:

caratteristiche termo igrometriche dell'appartamento, i consumi, la produzione di acqua calda, il raffrescamento, il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile, infissi per tipologia per numero e dimensioni, struttura delle tamponature, orientamento, dimensioni dell'appartamento, ecc..

Per un nuova certificato energetico in aggiornamento è sempre necessario provvedere alla sostituzione del vecchio certificato, al fine di evitare doppie certificazioni sul medesimo edificio.

In presenza di un vecchia certificazione il certificatore incaricato può, nel caso, annullare o sostituirlo con uno nuovo aggiornato, allegandolo con una comunicazione scritta e timbrata, nella quale viene specificata la motivazione dell’errore.

Costo certificazione energetica Roma

Esempio:affitto/locazione, vendita/compravenita, riqualificazione energetica

costo certificazione energetica locazione roma

€ 100,00

costo certificazione energetica compravendita roma

€ 100,00

 

Approfondimenti

Certificato Energetico Provincia Di Roma (Pomezia-Ardea-Torvajanica)

APE attestato prestazione energetica Roma quando e' obbligatorio e costo

Certificato energetico Roma |Attestato di prestazione energetica APE

Certificazione energetica Roma nuove normative

Tags: certificazione energetica, ape roma prezzo, certificati energetici, risparmio energetico, certificazione energetica edifici, attestato di certificazione energetica, attestato certificato energetico, certificazione energetica attestati, classe energetica, edificio certificazione, classe energetica, modello certificazione energetica, certificato energetico roma, certificazione energetica roma, classificazione energetica roma, certificato energetica, attestato di certificazione energetica, certificato energetico casa, certificato energetico locazione, certificatore energetico roma, qualificazione energetica, costo certificazione energetica, la certificazione energetica quanto costa, certificato energetico costi, certificato qualificazione energetica, attestato prestazione energetica attestazione energetica, certificato energetica vendita;